Cosa Mangiare a VERONA.

Qualche tempo, assieme agli amici di GetCOO vi abbiamo fatto scegliere, tramite le storie di INSTAGRAM, la città per la quale volevate la successiva GUIDA, tra VERONA e Palermo.

Avete così optato per farvi portare in Veneto, anche se sono stati comunque in molti ad aver votato a favore della bellissima città Sicula, chissà magari presto vi proporremo lo stesso un guida su quest'ultima.

Oggi sono quindi qui ad elencarvi un tipico MENù veronese, mentre nel LINK qui allegato potete trovare l'itinerario proposto da GetCOO.

La prima cosa che vi faccio notare è che siamo nella città del VINITALY e il collegamento Vino/Verona non sarà certo un caso. Non posso quindi non partire senza nominarvi il VINO, che per un'amante del Rosso come me, qui trova davvero la qualità: Valpolicella, Amarone, Valpolicella Ripasso sono tre nomi che non vi scorderete mai più.

Come opzione di Bianco vi consiglio un Soave, fresco e abbastanza leggero, un po' come ricorda il suo nome.

Passiamo subito ai PRIMI PIATTI. Come prima opzione, per rimanere collegati al Vino, vi propongo il Risotto all'Amarone.


Un'altra opzione di Risotto tipico è quello al Tastasal. Il tastasal è la carne fresca di maiale macinata, salata e insaporita, si tratta, per capirci meglio dello stesso impasto usato per fare la sopressa, il salame e le salamelle

Se però avete voglia di pasta ripiena, vi propongo di provare il famosissimo Nodo d'Amore, che io ho mangiato alla Trattoria Tipica da Marisa ed Elvio, piatto tipico di Valeggio sul Mincio, che racchiude in sé una dolce leggenda.


Per quanto riguarda i SECONDI PIATTI le opzioni sono due ed entrambe a base di carne: il Bollito con La Pearà, si tratta di carne di Manzo accompagnata da una salsa fatta con pane grattugiato, brodo, midollo di bue e tanto pepe oppure la Pastissada de Caval, che come il nome suggerisce, è a base di carne di cavallo.

Arrivati ai DOLCI fatico a non parlarvi immediatamente del Pandoro,

e poco importa il periodo dell'anno, perché a Verona è sempre a Natale, considerando che anche la seconda opzione che vi propongo, il Nadalin, è un altro dolce tipico del periodo natalizio.

anna_maria_fabbri