Cosa Mangiare a CATANIA.

Il Ti Consiglio Un MENù di oggi è tutto Siciliano, nello specifico ci porta a CATANIA.

Facile parlare di COLAZIONE in Sicilia, anzi mezza Italia va in Sicilia proprio per poter gustarsi La tanto famosa Granita con Panna e inzupparci la Brioche.

 

 

La varietà dei gusti delle Granite è svariata, io spesso cado sulla classica al caffè, ma parlando di Catania è giusto nominarvi il Pistacchio di Bronte, per cui vi consiglio di provarlo, se non sotto forma di granita, almeno in una brioche o nel gelato.

 

Altro classico Siciliano è l'Arancino. Ecco su cosa optare per un PRANZO veloce, attenzione non sto dicendo leggero, ma una volta che arrivare in Sicilia scordatevi per almeno un paio di giorni della parola: "leggero".

 

 

Per preparavi alla Cena vi consiglio un bel tour per la città. Nel link qui allegato potete trovare una bella guida fatta dai miei amici di GetCOO.

Arrivati alla CENA evitate di riempirvi con piccoli Antipasti, vi sarà difficile arrivare ai secondi se lo fate, a me è successo.

Ovviamente vi concedo una porzione di Caponata, ma non vi fidate di quello che loro vi dicono al riguardo: "...sono solo verdure, suvvia..." 

forse anche una Cipollata a testa,


poi però passate immediatamente ai Primi Piatti e ordinate una porzione di Pasta alla Norma. Per gli amanti delle melanzane come me, avviso che crea dipendenza. 
 

Potete anche decidere per la Pasta al Nero di Seppia, un piatto che troviamo anche tra i piatti tipici di Venezia, su questa correlazione vi ho già parlato anche in post non troppo tempo fa.
 

Per i Secondi Piatti a base di Carne CATANIA offre il Cavallo. Questa tipologia di carne dal sapore intenso, non è poi così comune nel resto di Italia. 
 

Per i Secondi a base di Pesce invece la scelta obbligata sono le Sarde a Beccafico.

Forse il Dolce non ci starà, ma con il caffè vi consiglio di assaggiare un po' di Frutta Martorana e ammetto non perché mi faccia impazzire, è veramente troppo dolce per i miei gusti, ma perché è qualcosa di quasi scontato, da quanto tipico.

 

A questo punto assaggiate anche un paio di Olivette di Sant'Agata, sembrano piccole olive verdi, ma sono dolci a base di mandorle e zucchero, e vengono preparate soprattutto nel periodo di Gennaio/Febbraio, anche se poi si trovano tutto l'anno, in onore della Santa Patrona della città.



Sempre in onore di Sant'Agata potete assaggiare le Cassatelle di Sant'Agata, che altro non sono che delle piccole Cassate Siciliane, a forma di piccoli seni.

 

Infine, consapevole che dopo il pasto vi sentirete provati, non forse tanto per quello che avete mangiato, ma per le porzioni che i siciliani vi hanno presentato, vi consiglio una passeggiata per la città e una sosta in uno dei tanti Chioschi, che troverete aperti praticamente a qualsiasi ora. Qui potrete ordinare una bevanda dissetante e soprattutto con forte proprietà Digestive: il Selz al Limone e Sale.




anna_maria_fabbri