IL GIORNO DEI BRUSCITTI.


Oggi è il secondo Giovedì di Novembre, il giorno conosciuto, soprattutto nella zona di Varese, come "Ul dì di Bruscìti", che in dialetto bustocco vuol dire "il giorno dei Bruscitti".

I Bruscitti, letteralmente bruscitti vuol dire "briciole", sono un famoso secondo piatto a base di carne originario della zona di Varese, nelle specifico di Busto Arsizio.

Nel 1975 proprio a Busto Arsizio è stato fondato il Magistero dei Bruscitti, un'associazione che ha come intento primario il diffondere e mantenere forte la tradizione di questo piatto. La stessa associazione, nel Dicembre del 2012, ha proposto al Sindaco di fissare una data in cui festeggiarlo e ricordarlo, si è così deciso per il secondo Giovedì di Novembre.

Si narra che il piatto sia nato dalla necessità di recuperare le parti scartate dalle persone più ricche, da parte delle persone meno abbienti. Stefano, il nostro amico di Varese, che ci ha ospitato a casa sua e ci ha servito questa portata, ci ha raccontato che gli stessi lavoratori di pellame (nel video potete notare il nostro stupore nel nostro collegare la famosa marca di scarpe "Divarese" alla città di Varese), raschiavano il più possibile la carne dalle parte di animali che gli venivano portati per essere trasformati in scarpe e borse.

Questa carne, ovviamente molto dura di consistenza e di sapore, veniva tagliata finalmente e cucinata a lungo. Veniva insaporita con semi di finocchio selvatico, utilizzato in passato soprattutto per toglierne il forte sapore. Tutt'oggi è importante continuare a tagliare la carne, come ha fatto Stefano e non usare la carne tritata, come invece spesso viene fatto.

Solitamente i Bruscitti vengono serviti accompagnati con la polenta.


anna_maria_fabbri