DI NORMA CE N'E' SOLO UNA ED E' SICILIANA.


Se qualche giorno fa ho messo in dubbio l'origine di un piatto di pasta mangiato sia a Catania che a Venezia, oggi voglio parlare di un primo piatto tutto catanese, la famosissima Pasta alla Norma.

Non esiste andare in Sicilia e non mangiarla, ho visto anche non amanti delle melanzane cedere all'assaggio.

C'è da dire che la sua semplice esecuzione inganna, difficilmente si ottiene lo stesso risultato se la si prova a fare a casa lontano da quei pomodori, quel basilico, quelle squisite melanzane e quella ricotta salata, che probabilmente solo in Sicilia, o forse in qualche regione molto vicina, si riescono a trovare.

Sull'origine del nome la versione più quotata è quella che l'attribuisce ad un'esclamazione dello scrittore e sceneggiatore catanese, Nino Martoglio la prima volta che l'assaggiò. "E' una Norma" affermò per indicarne la sua bontà, collegandola alla famosa opera di Vincenzo Bellini.

Un'altra versione invece sostiene che Norma fosse una giovane professoressa bellissima, tanto da considerare il suo nome un sinonimo di bellezza e bontà, la stessa che si ritrova in questo piatto amato non solo dai siciliani.

anna_maria_fabbri