L' "ORO VERDE" DI BRONTE.


Il Pistacchio di Bronte è una varietà di pistacchio di grande qualità, riconosciuto prodotto a Denominazione di Origine Protetta (DOP). Ovviamente è tipico di Bronte in provincia di Catania e viene soprannominato, per il suo valore commerciale, "Oro Verde".

Nella zona di Bronte, Adrano, Biancavilla ci si occupa della sua coltivazione, mentre un po' in tutta la Sicilia, soprattutto nella provincia di Catania, ci si occupa della sua lavorazione e del suo diverso utilizzo in campo alimentare.

E' facile quindi trovare prodotti dolciari a base di pistacchio, tipo gelati, creme, granite, biscotti, ma anche condimenti per la pasta.


Sempre più spesso, il pistacchio sta diventando una valida alternativa alla mandola, che è da sempre la vera protagonista indiscussa, soprattutto in campo dolciario.

Slow Food ha deciso di tutelarlo riconoscendolo un Presidio, in quanto, anche se di appurata qualità, molto spesso rischia di non venire scelto a causa del suo elevato prezzo, rapportato ad altre tipologie di pistacchi più facili da reperire.

La pianta del pistacchio un anno produce e un anno riposa. La sua raccolta viene fatta tra fine Agosto e inizio Settembre e spesso le piante si trovano in contesti difficili da raggiungere, magari in bilico tra i massi di lava, per questo quindi diventa una lavorazione molto complicata. La curiosità è che l'albero del pistacchio ha anche un sesso, ci sono i gli alberi maschi e gli alberi femmina, ovviamente vengono piantati a favore o sfavore del vento per dar la possibilità ai primi di fecondare i secondi. Un solo albero maschio può fecondare fino a 10 alberi femmina.

Appena raccolto il pistacchio deve essere privato della pelle che ne ricopre il suo guscio, il malleolo, ed asciugato al sole per almeno 3/4 giorni per evitarne l'eventuale attacco da infezioni.

Ogni anno a fine Settembre a Bronte viene organizzata una Sagra in suo onore.

anna_maria_fabbri