VITEL TONNE'.

(Mangiato a Torino - Enoteca Parlapà)

Il Vitel Tonnè, il cui nome trae in inganno e ci fa pensare ad un piatto di origine francese, è invece italianissimo e originario del Piemonte. Effettivamente la vicina Francia, i cui confini probabilmente nel passato erano ancor meno netti e distanti, ha influenzato più di una parola del dialetto e gergo piemontese, come per esempio il nome del famose dolce delle Langhe il Bonet, di cui abbiamo parlato qualche tempo fa.

Per evitare disguidi, lo chiameremo quindi nella sua versione italiana: Vitello Tonnato, la cui paternità se la contengono diverse città piemontesi, ma che sembrerebbe nato in provincia di Cuneo. Rimane in ogni caso molto consumato in tutta la regione e famosissimo in tutta Italia.

Questo piatto a base di carne di vitello tagliata a fette sottili, viene accompagnato da una salsa a base di tonno, e da questi due primi ingredienti si risale alla spiegazione ovvia del suo nome, capperi, acciughe e tuorlo d'uovo. Nella ricetta originaria non è previsto l'utilizzo della maionese, versione che purtroppo sta prendendo sempre più piede per questione di tempistiche di preparazione, anche se questa motivazione non rende l'opzione una valida e corretta variante.

Viene solitamente servito freddo o comunque a temperatura ambiente e può essere proposto tranquillamente sia come antipasto, che come un secondo piatto completo.

anna_maria_fabbri