LA BISTECCA ALLA FIORENTINA.


La Bistecca alla Fiorentina è un taglio di carne cotto sulla brace o sulla griglia e da il nome ad un piatto molto conosciuto e per niente scontato, toscano.

Quando dico per niente scontato, lo dico perché per i non fiorentini, e mi ci metto tranquillamente anche io, quando si parla di mangiare una fetta di carne, probabilmente non si da la giusta importanza al suo taglio e alla sua cottura, mentre mi son accorta che se ci si ritrova a parlare di carne con un fiorentino, e a tavola è un argomento abbastanza comune, non si sta parlando di un secondo di carne qualunque, ma si sta parlando della Bistecca alla Fiorentina.

E' importante che sia di un certo spessore e che la sua cottura sia impeccabile, e come ci ha insegnato Francesco, il ragazzo che ci ha accompagnato a pranzo a Firenze in #portamiapranzonellatuacittà, non si può chiedere una Bistecca cotta bene.

Ecco qui si seguito elencate alcune cose da fare e da NON fare, durate la sua preparazione:

- Far scaldare bene la griglia prima di iniziarne cottura.
- Girarla solo una volta.

- Non salarla mai prima della cottura.
- Non metterla sul fuoco fresca di frigorifero.

La storia in riferimento a questo piatto, racconta che già nel 1800, durante la festa di San Lorenzo, la città di Firenze aveva il rito di accendere grandi falò dove venivano cucinate consistenti quantità di carne, che poi venivano distribuite al popolo. A Firenze durante il periodo dei Medici, era facile trovare molti stranieri e si narra che proprio in occasione di questa ricorrenza, alcuni anglo-sassosi presenti nominarono la carne ovviamente nella loro lingua "Beef Steak", ed è proprio questa parola con un po' di fantasia nella sua versione all'italiana, che ha dato il nome che tutt'ora porta e tutti conosciamo, alla tanto famosa Bistecca.


anna_maria_fabbri