DOVE SI MANGIA (E NON SOLO)?

Ti Consiglio Un Posto15 FORLì-CESENA14 NAPOLI14 unfotografopercittà12 FIRENZE11 UMBRIA11 ABRUZZO10 MACERATA10 NOVARA10 PESARO-URBINO10 RIMINI10 BOLOGNA9 CUNEO9 LAZIO9 ALESSANDRIA8 BASILICATA8 BRESCIA8 CATANIA8 PARMA8 PUGLIA8 SIENA8 TORINO8 ANCONA7 CREMONA7 FERRARA7 LIGURIA7 MOLISE7 PALERMO7 PRATO7 REGGIO EMILIA7 RICETTE7 SARDEGNA7 CAMPOBASSO6 CASERTA6 LIVORNO6 MANTOVA6 MESSINA6 MODENA6 PERUGIA6 ROVIGO6 SALERNO6 AREZZO5 ASCOLI PICENO5 ASTI5 BELLUNO5 BIELLA5 FRIULI VENEZIA GIULIA5 GENOVA5 LUCCA5 PADOVA5 PIACENZA5 PISTOIA5 POTENZA5 Primi Piatti5 RISTORANTE5 TARANTO5 TRAPANI5 TREVISO5 CALABRIA4 CHIETI4 MATERA4 Monferrato4 PISA4 BERGAMO3 Forlimpopoli3 GROSSETO3 L'AQUILA3 MERCATO3 MILANO3 ORISTANO3 PESCARA3 SIRACUSA3 TERNI3 TRENTINO ALTO ADIGE3 TRENTO3 eventiesagredoc3 AGRIGENTO2 BAR2 Bonefro2 CAGLIARI2 CALTANISSETTA2 COSENZA2 Capri2 Dolci2 ENNA2 LODI2 Langhe2 MASSA-CARRARA2 RAGUSA2 ROMA2 TRIESTE2 UDINE2 ABRUZZO. MARCHE1 APERITIVO1 ASINELLO1 AVELLINO1 Alassp1 Alba1 Amalfi1 Avola1 BABBI1 BICI1 BIOLOGICO1 Bagnacavallo1 Bagolino1 Barolo1 Bertinoro1 Bronte.1 Burano1 Busto Arsizio1 CESENA1 Calvatone1 Cantina1 Casale Monferrato1 Castel Frentano1 Cesenatico1 Chioggia1 Corigliano Calabro1 Costiera Amalfitana1 Crosio della Valle1 DARSENA1 DOLCI DI NATALE1 Erice1 FERMO1 FOGGIA1 Fano1 Franciacorta1 GELATERIA1 GELATO1 GELATO. GELATERIA. EMILIA ROMAGNA1 GENOVESI1 GIGLIOTTO1 Gorgonzola1 Gradara1 Gussago1 IL LAVATOIO BISTROT1 ISERNIA.1 Imer1 Ischia1 Isola Dovarese1 LA SPEZIA1 LATINA1 La Marianna1 MERCATO BOLOGNA1 MERCATO RAVENNA1 MERCATO VENEZIA1 MESSINA. SICILIA1 MONZA1 Milazzo1 Minori1 Moleto1 Montecassiano1 Monterosso1 NUORO1 Nero d'Avola1 Norcia1 Nord Italia1 Ogliastra1 Olivola1 PIEMONTE RICETTE1 PIZZERIA1 PLANETA1 PORDENONE1 Pompei1 REGGIO CALABRIA1 RICCIONE1 RIVIERA ROMAGNOLA1 Ravello1 Rovato1 SANTARCANGELO1 SAVONA1 SLOW BIKE TOURISM1 Sabaudia1 San Ginesio1 San Martino in Pensilis1 San Vito lo Capo1 Santa Lucia1 Saronno1 Secondi Piatti1 Serra de Conti1 Sorrento1 Stracciatella1 TRADIZIONE1 Termoli1 Tortona1 Tramonti1 agriturismo1 cibo1 food1 tour enogastromici1
Mostra di più

IL CAFFE' E L'ANISETTA MELETTI.



Il Caffè Meletti venne aperto nel 1907 da Silvio Meletti, un industriale che praticava nel campo dei liquori e si trova tuttora proprio nel centro di Ascoli Piceno, più precisamente in Piazza del Popolo.

E' stato inserito tra i locali storici d'Italia e nel 1981 è stato dichiarato dal Ministero dei Bei Culturali e Ambientali "Locale di Interesse Storico e Artistico".

Dopo una chiusura temporanea, nel 1996 viene acquistato dalla Fondazione della Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno, che nel 1998 lo riapre alla città apportandogli pochissime varianti e lasciandolo così fedele al locale che era in origine.


Deve la sua fama grazie anche al liquore a base di anice verde, Anisetta Meletti, da cui ricorda il nome, creato nel 1870 dallo stesso proprietario di quel tempo, Silvio Meletti. Si dice che il Sig. Meletti sia arrivato alla produzione dell'Anisetta perfezionando la ricetta del liquore della madre, infatti con l'utilizzo dell'alambicco per la distillazione discontinua a bagnomaria, è riuscito a rendere l'evaporazione molto lenta e a rendere lo stesso liquore molto più profumato.


Nella sua preparazione l'alcol viene distillato aggiungendo semi di anice verde (Pimpinella Anisum), un tipo di anice che nella zona dell'Ascolano assume caratteristiche aromatiche particolari, grazie alla proprietà dei terreni argillosi. Con l'integrazione di zucchero e aromi si arriva alla produzione di questo liquore da un sapore simile alla Sambuca.

Viene consumato liscio, come un semplice ammazzacaffè, con mosca, quindi con un chicco di caffè o direttamente come correzione nel caffè. Inoltre si possono provare gli squisiti cioccolatini con il ripieno al gusto di anice.


Se vi trovate ad Ascoli Piceno è quindi obbligatoria la pausa caffè in questo locale e prima di uscire ricordatevi di passare, anche solo per semplice curiosità, dai loro bellissimi bagni.




Re Vittorio Emanuele fece visita nel 1908 e 1910 per acquistare l’Anisetta e lo decretò “Fornitore della Real Casa”. Mascagni avrebbe iniziato qui a scrivere l’opera “Lodoletta”. Guttuso, alla fine della Seconda Guerra, vi progettò la rivista “L’Orsa Maggiore”. Sono passati Stuparich, Zandonai, Badoglio, Sartre, Hemingway e Trilussa che, goloso dell’Anisetta, scrisse “Quante favole e sonetti m’ha ispirato la Meletti”.

anna_maria_fabbri