I SALUMI PIACENTINI.



"Del maiale non si butta via nulla", questa era una frase che mio nonno ripeteva spesso. Bene, Piacenza oltre a non buttare via nulla, usa molte parti del maiale in modo eccellente, e questo l'ha portata ad essere l'unica provincia a livello nazionale che può vantare la produzione di ben tre tipologie di salumi DOP.

La Coppa Piacentina: Viene prodotta utilizzando i muscoli del collo del suino e dallo stesso suino si possono ricavarne 2 coppe. La sua lavorazione, che per ottenere il riconoscimento DOP deve essere effettuata esclusivamente nella provincia di Piacenza, comprende una stagionalità di sei mesi.

La Pancetta Piacentina: Deriva dal taglio grasso del suino, anche in questo caso la sua lavorazione è prevista esclusivamente a Piacenza mentre la sua stagionalità è ridotta a tre mesi.

Il Salame Piacentino: Viene prodotto con tagli di carni e di grasso ed è un salame di gana grossa con parti di grasso colorati di un bianco rosato.

Ovviamente tutte e tre i salumi, anche si in quantità e modalità differenti, hanno quella sapidità e quell'aroma caratteristico dei prodotti stagionali.

anna_maria_fabbri