L'ERBAZZONE.



L'erbazzone è la tipica torta salata di Reggio Emilia.

E' composta da un ripieno di bietole lesse, a volte unite agli spinaci, con uovo, cipolla, scalogno, aglio e ovviamente tantissimo Parmigiano Reggiano.

Lo strato di pasta, che racchiude il ripieno, viene cosparso di lardelli o pezzetti di pancetta e bucherellato con una forchetta.

Le semplici materie prime utilizzate per la sua realizzazione, l'hanno portato ad esser un alimento comune anche tra le famiglie contadine. Da quest'ultimi ne deriva il nome in dialetto romagnolo, "Scarpasoun" o Scarpazzone, proprio perchè le famiglie umili utilizzavano, per la sua preparazione, anche il fusto bianco della bietola, cioè la "Scarpa".

Essendo l'ingrediente principale della ricetta originale la bietola, ne consegue che l'Erbazzone abbia una sua stagionalità ben precisa che inizia a fine Giugno ad arriva fino ai primi di Novembre.

Con il tempo hanno preso forma sempre più varianti di questo alimento, tra le varie alternative troviamo l'utilizzo della ricotta o del riso, oppure la frittura al posto della cottura in forno.

A Montecavolo di Quattro Castella, in provincia di Reggio Emilia, nel mese di Giugno si svolge una sagra in suo onore, "la Sagra dal Scarpasoun" dove è possibile assaggiarlo in tutte le sue varianti, per cui anche: classico, fritto, al riso e all'olio d'oliva.




anna_maria_fabbri