I CAPPELLACCI DI ZUCCA FERRARESE.



Da i Cappelletti di Pellegrino Artusi ai Cappellacci di Zucca Ferraresi di Giovanni Battista Rossetti.

Risale infatti proprio al cuoco della Corte Alfonso II d'Este, la prima ricetta dei Cappellacci, ritrovata nella sua opera "Dello Scalco" risalente al 1584.

Questo piatto tipico ferrarese è diventato con il passare del tempo un vero piatto popolare e da vera ricetta popolare, quindi accessibile a tutti, ha subito varie modifiche fino ad arrivare ad oggi.

Il ripieno fatto di Zucca Violina, una tipologia tipica della zona riconosciuta per la sua particolare dolcezza, sembra abbia visto pian piano scomparire spezie come zenzero e cannella presenti originariamente.

Il nome Cappellacci deriva da "Caplaz", che in dialetto vuole dire cappello, ovviamente per la sua particolare forma.

Vengono organizzate più sagre tra i mesi di Luglio ed Agosto nel ferrarese, nello specifico tra paesi di Scortichino, Coronella e San Carlo,  dedicate a questo piatto tipico che è in attesa di essere riconosciuto come prodotto IGP.



anna_maria_fabbri