LA PIADINA ROMAGNOLA.




Non a caso ho deciso di parlare di Piadina Romagnola proprio nella settimana dedicata alla città di Rimini. La Piadina Romagnola riminese è visibilmente diversa dalla Piadina che si trova nelle zone tra Cesena e Ravenna, una differenza che si percepisce immediatamente in quanto più sottile e larga di diametro, di quella ravennate e cesenate, che risulta molto più spessa e morbida.


E' un altro argomento di discordia in campo alimentare tra i vari romagnoli "vicini di casa", i quali agguerriti sostengono che la loro versione di Piadina sia migliore dell'altra. Mi raccontava un amico, Alessandro, di aver visto addirittura degli striscioni allo stadio durante una competizione calcistica, dove i riminesi accusavano i cesenati di non saper fare la Piadina, perché non si poteva chiamare Piadina una "cosa" alta quanto un dito.

Ora indipendentemente dall'aspetto esteriore, vengono utilizzate moltissime varianti durante la sua preparazione, c'è chi ci aggiunge il latte o il miele, chi usa l'olio al posto dello strutto, varianti legate ad un determinato paese o ad una determinata tradizione di famiglia, varianti che arricchiscono la stessa di un valore culturale e che rendono ogni Piadina unica, ma non per questo meno Piadina.

Il problema é quindi sorto quando nel Novembre 2014 è stata riconosciuta come prodotto IGP. Mentre c'era chi esulta all'idea del riconoscimento a livello europeo di un prodotto locale famosissimo nel Mondo, qualcuno molto intelligentemente ci faceva notare la parte negativa di questa nomina.

Con il termine IGP, e conseguentemente tutto quello che comporta la registrazione di questo marchio, come l'imposizione delle materie prime e delle materie prime opzionali, si rischia di far morire le differenti varianti di Piadina Romagnola arrivate fine ai giorni nostri, un problema che nasce nel fare diventare IGP un alimento che non é una semplice materia prima, ma il risultato di una lavorazione.

Ringrazio Giacomo Constantini che con le sue risposte, tramite una discussione su facebook, nata proprio in merito a questo argomento, mi ha fatto notare l'altro lato della medaglia.



 

A noi romagnoli non serviva una sigla, sappiamo che l'unica vera Piadina è quella che nasce in Romagna e da mani romagnole.


anna_maria_fabbri